Sostitutivi del pane Grondona: una scelta di gusto e salute

Sostitutivi del pane Grondona: una scelta di gusto e salute

Cosa sono i sostitutivi del pane Grondona?

Per molte persone, il pane di grano è un alimento base nell'alimentazione quotidiana, soprattutto in Italia.

Tuttavia, la maggior parte del pane venduto oggi è fatto con grano raffinato, che è stato privato, durante la lavorazione, della maggior parte delle fibre e delle sostanze nutritive.

Inoltre oggi un numero sempre crescente di persone sono intolleranti al glutine, una proteina del grano. Nonostante alcuni possano mangiare pane senza problemi, ce ne sono altre che sono costrette ad evitarlo.

Fortunatamente, alternative convenienti e sane al pane sono sempre più disponibili e di facile reperibilità negli scaffali dei nostri supermercati.

La filosofia dei prodotti sostitutivi del pane Grondona si esprime nell'attenzione alla salute, senza accettare compromessi per il gusto. Tra Pane Grondona e Corleggeri Grondona, troviamo Pane Croccante, Corleggeri, Corleggeri Integrale, e Corleggeri senza Zucchero.

 

Quali sono gli ingredienti dei sostituti del pane di Grondona?

Farina Manitoba e/o farina integrale, burro e/o olio extravergine, uova e un pizzico di sale e zucchero. I sostitutivi del pane Grondona sono salutari e tanto naturali nei loro ingredienti quanto leggeri nello stomaco, tanto ricchi nel gusto quanto nei valori nutrizionali. Solo ciò che è naturale e genuino, senza additivi artificiali.

Puoi esplorare i valori nutrizionali dei sostituti del pane Grondona nel catalogo.

 

Cos'è il Pane Croccante Grondona?

Il Pane Croccante è una fetta di pane tostata due volte ed arricchita con olio oxtravergine di oliva.

L'aroma, la digeribilità e la fragranza di questo prodotto sono interamente dovuti all'utilizzo di "100% lievito madre Grondona", con l'aggiunta di olio extravergine di oliva di qualità superiore.

Quando mangiare il Pane Croccante? Questo prodotto si rivelerà eccellente per la colazione, le bruschette, le tartine, le zuppe, le insalate, ecc ed un utilizzo alternativo a quello, come detto, del pane.

 

Cosa sono i Corleggeri Grondona ?

Grondona li ha chiamati Corleggeri perché hanno un cuore fatto di leggerezza, riflettendo l'idea di un biscotto delicato, leggero e nutriente. Una struttura a bolle d'aria fine che deriva dalla lievitazione naturale del lievito madre, e dalle sue proprietà digestive naturali.

La bassa quantità di grassi e l'alto valore proteico fanno eco alle proprietà salutari di questo prodotto. Ecco perché fa parte della linea Grondona Biscotti della Salute.

Quando mangiare i Corleggeri? Godibile con contorni agrodolci. I Corleggeri sono ideali per chi vuole ridurre le calorie e non vuole rinunciare ai derivati del pane. Le fette vengono tostate due volte, garantendo fragranza e croccantezza per ritrovare la soddisfazione ad ogni morso.

 

Cosa sono i Corleggeri Integrali?

Questo prodotto è il frutto di un processo di lavorazione che dura 52 ore, i Corleggeri Integrali sono sfornati con vera farina integrale, farina di frumento e olio extravergine di oliva spremuto a freddo. Naturalmente l'ingrediente principale è il centenario Lievito Madre Grondona.

Il lievito madre, una miscela di acqua e farina caratterizzata dalla presenza di due specie di lieviti e una di virtuosi fermenti lattici, viene rinfrescato ogni giorno. Il processo è rimasto invariato da 150 anni, il che permette di mantenere le proprietà originali del lievito.

Corleggeri Inntegrali è ideale per tutti coloro che vogliono ridurre le calorie in modo ancora più drastico, senza rinunciare alla soddisfazione di un'incredibile croccantezza.

 

Cosa sono i Corleggeri senza zucchero né colesterolo?

I "Corleggeri senza zucchero e colesterolo" sono una fetta di pane super leggera, perché creata con ingredienti naturali senza zucchero né grassi saturi. Senza l'uso di lievito di birra, solo quello ottenuto dal lievito madre Grondona.

Godibile con contorni agrodolci. I Corleggeri senza zucchero e colesterolo sono ideali per chi vuole ridurre le calorie e non vuole rinunciare ai derivati del pane. Un adattamento moderno di una ricetta semplice. Fette croccanti con una struttura a bolle d'aria fine data dalla lievitazione naturale del lievito madre.

 

Ricetta per il sostituto del pane:

Il segreto della piacevole fragranza dei nostri "Biscotti della Salute" consiste nella doppia e lenta lievitazione dell'impasto. Infatti, non si tratta di semplici fette tostate, l'impasto suddiviso in pani e messo successivamente a lievitare.

Le fette vengono poi tostate per ottenere il colore dorato e la tipica consistenza friabile e leggera. Sempre preparato secondo la ricetta originale a base di farina di frumento, burro, uova (da galline ruspanti), zucchero, lievito fresco e sale, ma soprattutto senza conservanti, sciroppo di glucosio o coloranti.

Il dettaglio che rende la consistenza di questi biscotti ancora più gustosa e piacevole è lo spessore di circa 1 cm e mezzo.

Ingredienti per circa 30 "Biscotti della Salute" (versione semplificata per usi casalinghi):

400 g di farina 00

150 g di zucchero

Olio d'oliva EVO

Estratto di malto d'orzo

Lievito Madre Grondona

Un tuorlo d'uovo

1 pizzico di sale

 

Diluire il lievito in acqua calda e metà dello zucchero e mescolarlo con un po' di farina in una piccola ciotola.

Coprirlo e lasciarlo lievitare per circa un'ora.

Dopo questo tempo, mettere l'impasto in una ciotola insieme al resto dello zucchero, il resto della farina 00, il latte, il burro ammorbidito, il pizzico di sale e impastare energicamente per 10 minuti.

Impastare fino a quando l'impasto è liscio e omogeneo poi coprirlo con un panno e lasciarlo lievitare per circa 2 ore.

Prendete l'impasto e sgonfiatelo con le mani poi create due pagnotte che metterete su un foglio di carta da forno su una teglia.

Coprire le pagnotte e lasciarle lievitare ancora per circa 1 ora, poi cuocerle per 30 minuti in un forno statico preriscaldato a 160°.

Togliete i filoni dal forno e lasciateli raffreddare completamente poi tagliateli a fette diagonali e rimetteteli in forno a cuocere per 10 minuti o secondo il livello che preferite.

Ad alcune persone i sostituti del pane piacciono leggermente bruciati, ma 10 minuti di cottura sono generalmente sufficienti.

Si conservano bene fino a una settimana sigillati in una scatola di latta ben stretta, conservare a temperatura ambiente.

Condividi questo:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest